CHIARA LUCE EDIZIONI - 56040, POMAIA, PISA - Telefono e Fax: 050/685690 - Email: chiaraluce.due@tiscali.it

Chiara Luce Edizioni

Rettangolo arrotondato: Rettangolo arrotondato:  
Rettangolo arrotondato: Rettangolo arrotondato:

Tratto dai nostri libri:

Menu

Vetrina

Manuali

Il settuplice ragionamento

Meditazione sull'assenza di un sè delle persone

Chandrakirti

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Pag. 72

La funzione di questo testo non è quella di intrappolare la mente in un gioco di raffinati sofismi fini a se stessi, nè quella di enunciare la semplice verità in complicate formule logiche. Al contrario, attraverso lo studio attendo e la ripetuta meditazione introspettiva, ha lo scopo di chiarire progressivamente ed eliminare uno a uno i dubbi e le tendenze che ci conducono ad aderire a visioni distorte della realtà.

 

"Non si può asserire che un carro sia qualcosa d'altro che le sue parti, nè che non lo sia; non si può affermare che esso possieda le sue parti. Non è rinvenibile nelle parti nè le parti sono rinvenibili in esso. Il carro non è il semplice insieme delle parti, e neppure è la loro forma.

Proprio in questo modo uno yoghin dovrebbe considerare la persona e i suoi aggregati." Chandrakirti

 

INDICE

 

Prefazione di Cristina Martire

Introduzione

1 - Il ruolo della meditazione sulla vacuità nella pratica buddista

2 - L'oggetto di negazione: la concezione del sè

3 - L'effettiva meditazione: il settuplice ragionamento

Glossario

Bibliografia

Note